domenica 28 febbraio 2010



Scorsi i tempi
volti scolpiti dai giorni funesti.
Vissuti interrotti
cammini alati
sfoghi petulanti.

Saluti e sorrisi tra risvegli
di incantate sirene.
Soffi spinti da tenori magri.
Saluti tra onde e mossi incerti.
Ancorate negli abissi.

In danze soffici scorgono ombre deboli.
Ritagli scoperti alle arti platee
sipari socchiusi melodie alla vita.

Fluente passo, libero animo.
Scalate alle vette dello spirito.
Sussurri di gioia, dondola sulle ciglia della tua amata
morbido raccontati per una vita eterna.